I nostri Service

 

Quest’anno, con la Presidenza di Francesco Clarizio e di Marianna Carrozzini, il Club compie 50° anni di storia di successi e di Service.

I nostri Service annuali sono sintetizzati di seguito:

  •  Tuteliamo il Mare: è un progetto che avrà come scopo quello della tutela della biodiversità marina. E’ un progetto articolato che attraverserà varie fasi. 

Si vuole coinvolgere l’ingegno dei ragazzi di un istituto scolastico di scuola superiore attraverso una gara in interclasse affinché facciano un video che abbia lo scopo di promuovere la città di Bari e il suo legame con il mare. Entro il mese di Maggio 2020 riuniremo la nostra commissione, unitamente al Dirigente scolastico dell’Istituto di riferimento, perché esamini il lavoro fatto e scelga il video vincitore.  Il video verrà diffuso sui nostri social e ci auguriamo venga condiviso il più possibile. Attraverso questo approccio ci proponiamo di incoraggiare comportamenti più consapevoli nei giovani e di sensibilizzarli a questa tematica a noi tutti tanto cara.

Il progetto proseguirà con l’acquisto di un Seabin, un sistema semplice economico e a bassa manutenzione ideato da due ragazzi australiani, Andrew Turton e Pete Ceglinski. È un filtro che, come un cestino immerso nell’acqua, riesce a catturare rifiuti galleggianti, microfibre fino a 2 mm di spessore, microplastiche e oli, quindi materiale impossibile da rilevare e raccogliere ad occhio nudo, e che verrà installato in un punto strategico o di maggior accumulo dei rifiuti sulla costa barese.

  • Smart Breath Avvieremo un progetto all’Ospedale San Paolo di Bari presso l’ambulatorio delle Fibrosi Polmonari Idiopatiche (IPF), patologia che consiste in un’alterazione del tessuto polmonare che diventa più rigido con conseguente compromissione degli scambi respiratori. Lo scopo di questo service è sia l’implementazione e il sostegno di una piattaforma informatica che colleghi i centri poco specializzati a centri di riferimento e quindi altamente specializzati nella cura di questa patologia, sia quello di dotare l’ambulatorio dell’apposita strumentazione tecnica. Il fine sarà quello di velocizzare le diagnosi e quindi offrire tempestivamente ai pazienti terapie adeguate.

  • Rotaract for Susteneble Future un progetto in Interclub con 133 Rotaract Club, situati in oltre 50 città italiane. Il nostro Club, durante il weekend 18-19-20 ottobre, organizzerà un evento relativo ad uno dei 17 Goals dell’Agenda 2030. L’agenda 2030 è un programma d’azione sottoscritto nel settembre 2015 dai governi dei 193 Paesi membri dell’ONU, che si prefigge di portare a termine 17 goal finalizzati alla promozione e sensibilizzazione di obiettivi di sviluppo sostenibile come ad esempio: ridurre la povertà, la fame, le disuguaglianze, promuovere la pace la giustizia e istituzioni solide.
  • Collaborazione “Avanzi Popolo 2.0” Verrà donata all’associazione una bicicletta dotata di rimorchio. Al fine di velocizzare l’attività dei volontari, “Ilde”, così abbiamo deciso di chiamarla, sfreccerà nei quartieri della città per raccogliere i prodotti invenduti dagli esercizi commerciali partner fidati di Avanzi Popolo 2.0 per poi ridistribuirli alle persone meno abbienti. L’attività quindi mira ad evitare lo spreco di cibo e a creare una rete cittadina di solidarietà.
  • Stopping Antibiotic Resistance Il RAC Bari ha aderito al progetto incentrato sul problema mondiale dell’antibiotico resistenza ideato dal RAC Roma Tirreno Monte Mario in collaborazione con l’istituto Pasteur Italia Fondazione Cenci Bolognetti. Lo scopo sarà quello di divulgare soluzioni pratiche attraverso la pubblicazione di un libro da diffondere tra gli adolescenti della città di Bari.